Varese, ecco gli orti urbani

Varese, ecco gli orti urbani

VARESE – La valorizzazione di uno spazio verde della città di Varese con un “orto urbano” gestito dai giovani allievi di una scuola primaria con il supporto di Coldiretti: un’idea innovativa che si è concretizzata ieri, con i bambini che hanno piantumato in campo i vari ortaggi di stagione. L’orto (un appezzamento di pertinenza comunale affidato alla scuola IV Novembre di San Fermo come “patto di orto urbano”) verrà curato da loro stessi e sarà perpetuo: anche in estate, infatti, il lavoro di coltivazione e cura proseguirà grazie all’impegno dei bimbi e dei loro genitori.
I giovanissimi allievi si sono dimostrati provetti agricoltori… in erba, seguendo scrupolosamente le indicazioni di Luca Ricci, imprenditore agricolo, e delle componenti di Coldiretti Donne Impresa che hanno preso parte alla giornata.

“L’iniziativa si affianca ad un progetto di ampio respiro, che porta l’agricoltura a contatto con gli istituti scolastici e le giovani generazioni” dice Luana Tosarello, responsabile di Coldiretti Donne Impresa Varese. “L’entusiasmo dei nostri giovani interlocutori ci dimostra continuamente che siamo sulla strada giusta e che il ruolo della didattica agricola ha un ruolo molto importante nella loro formazione. Negli ultimi anni, inoltre, è cresciuto il numero delle fattorie didattiche nella provincia prealpina: si tratta di strutture che “aprono le porte” ai bimbi, alle scolaresche e alle loro famiglie con l’obiettivo di promuovere la conoscenza diretta della realtà agricola territoriale”. “Per noi è molto importante dialogare con la società civile, e di essa fanno parte anche le giovani generazioni” commenta il presidente di Coldiretti Varese Fernando Fiori. “Fornire ai giovani allievi gli strumenti per conoscere e divenire i consumatori consapevoli di domani è per noi un impegno. Ed è importante farlo con la giusta modalità, attraverso un linguaggio e un approccio comprensibile e formativo: ciò comporta impegno e dedizione, e questo evidenzia ancor più il buon lavoro delle nostre imprenditrici agricole, che a questa iniziativa donano tempo ed energie”.

Dimmi la tua...