Hockey ghiaccio, Varese battuto di misura a Pergine

Hockey ghiaccio, Varese battuto di misura a Pergine

PERGINE – Dopo due vittore e altrettante sconfitte i Mastini tornano da Pergine senza punti ma con la consapevolezza di avere tutte le potenzialità per fare bene, grazie ad un team che è apparso compatto e capace di sacrificarsi.

Il Varese si presenta sul ghiaccio valsugano con cinque assenze importanti che hanno sicuramente condizionato la preparazione della partita e la composizione delle linee, le quali hanno subito un’inevitabile mobilitazione negli uomini per poter sopperire alle mancanze. I Mastini erano chiamati ad una prova di forza per invertire la rotta e ritornare sui livelli delle prime due giornate di campionato e il ghiaccio trentino non era certo dei più semplici.

Il primo periodo inizia con un infortunio che dopo un minuto coinvolge Pirro, il quale riceve un colpo al volto che costa la penalità “pesante” a Piva. Nonostante 5 minuti di superiorità il Varese non riesce a rendersi incisivo sotto porta, anche se Franchini in un paio di occasioni e Grisi vanno più vicini di altri alla marcatura. La partita si svolge fluida ma a ritmi non elevatissimi e forse questo aiuta. Il Pergine prova un paio di sortite in avanti ma Bertin risponde ottimamente aiutato anche dai compagni di difesa che sanno sbrogliare la matassa. Un colpo involontario al volto di Odoni ad un avversario, costa la stessa penalità comminata al giocatore trentino qualche minuto prima ed è proprio in questa situazione che un contropiede di Vanetti mette Perna nelle condizioni ideali per battere il portiere avversario, ma l’attaccante giallonero manda a lato, sprecando la più ghiotta delle occasioni. Con l’uomo in meno i Mastini non soffrono più di tanto in questo finale di tempo, anche quando si trovano costretti a giocare in 3 contro 5 per una discutibile penalità assegnata a Di Vincenzo.

Il secondo drittel inizia con l’inerzia del gioco a favore delle Linci che cercano si sfruttare le penalità giallonere per provare a incidere, ma Bertin si supera in più occasioni coadiuvato da una difesa fino a questo momento molto attenta e sostenuta in ogni occasione anche dal rientro degli attaccanti. La quaterna arbitrale sancisce penalità all’una e l’altra squadra, e il Pergine va più volte vicino alla marcatura prima con una conclusione ravvicinata di Andrea Meneghini dove Bertin è bravo a trattenere, poi con una conclusione dalla distanza deviata da Cesarini in maniera determinante. Il Varese si mangia il vantaggio con un assolo di M. Mazzacane, dove Comisso è eccellente nel mantenere la posizione. La rete è rimandata di qualche minuto: un’azione “sporca” manda il disco sul bastone di Franchini, il quale resiste a un paio di trattenute e cadendo manda il puck in porta scavalcando Comisso con un polsino delicato ma deciso. Mastini in vantaggio! Il raddoppio è mancato di un soffio da E. Mazzacane che si attarda a concludere in porta un bell’assist di Andreoni, mentre dall’altra parte Bertin è strepitoso su un disco impazzito che in mischia si stava infilando sotto l’incrocio. L’assalto finale del Pergine crea molto gioco davanti alla gabbia senza però creare il punto sperato.

L’avvio dell’ultimo drittel porta in dote l’occasione del raddoppio, ma il goalie biancorosso è pazzesco e cancella l’opportunità. Il pareggio delle Linci giunge dopo un’azione prolungata che libera Vankus a mezzo metro da Bertin. Il Varese rialza la testa e più volte sfiora il vantaggio ma nel momento migliore una sfortunatissima deviazione di un gambale giallonero devia in porta una conclusione dalla distanza di Rigoni. Ancora Varese però nei minuti finali, ma senza trovare il punto del pareggio che sarebbe stato pienamente meritato. Da segnalare un palo colpito da A. Meneghini per il Pergine mentre il Palo esterno ferma prima Perna e poi Franchini per i Mastini.

Il difficile trittico di impegni prosegue domenica prossima, 14 ottobre, con una sfida molto interessante che richiama i fasti del glorioso passato: al Palalbani alle ore 19.30 Mastini Varese contro Merano e il supporto della tifoseria sarà importantissimo.

Pergine – Mastini Varese 2-1 (0:0, 0:1 2:0)

35’10” (MV) Franchini, 43’17 (P) Vankus (Cristellon, Buonassini), 49’31” (P) Rigoni (Dall’Agnol, Al. Meneghini)

PERGINE: 37 Comisso (50 Tononi), 26 An. Ambrosi, 66 Rigoni, 35 Chizzola, 15 Marchesini, 2 Al. Meneghini, 24 Al. Ambrosi, 27 Costantini, 96 Mezzena, 25 Cristellon, 7 Buonassisi, 72 Vankus, 12 Dall’Agnol, 88 Colombini, 23 Lombardi, 10 Piva, 22 Valorz, 8 An. Meneghini, 91 Viliotti, 47 Marano, 9 Loss. Coach: Fabio Armani

MASTINI VARESE: 33 Menguzzato (29 Bertin), 8 Cesarini, 11 Papalillo, 14 Barban, 22 E. Mazzacane, 26 Grisi, 37 Belloni, 4 Perna, 16 Vanetti, 17 Andreoni, 19 Teruggia, 21 M. Mazzacane, 32 P. Borghi, 71 Pirro, 75 Di Vincenzo, 91 Franchini, 97 Odoni. Coach: John Cacciatore

Dimmi la tua...