Province e riorganizzazione: parla Bussone dell’Uncem

Province e riorganizzazione: parla Bussone dell’Uncem

ROMA – “Il dibattito sulle Province e Città Metropolitane, come spesso succede in questo Paese, si è ridotto nelle ultime ore a contrasti tra tifoserie contrapposte. Così non se ne esce. Si perde tempo. L’organizzazione dello Stato è invece il Tema della politica, oggi come ieri. È complesso, poco demagogico, poco da mainstream. Deve unire politici e pianificatori, geografi ed esperti di diritto amministrativo. Tutti da consultare, ma poi è la politica a decidere. Senza approfondimento e studio, un tema così complesso lo si trasforma in bagarre per andare con un titolo sui giornali, oggi come ieri. Invece son convinto servirebbero raffinate teste politiche, silenziose e acute, per immaginare l’organizzazione dei livelli, capacità impositiva, strategie di sviluppo, modelli organizzativi e gestionali. Quello che andava bene negli anni Ottanta non è detto funzioni oggi. E domani. Si deve partite dall’alto, dall’organizzazione parlamentare, dalle Regioni, dall’adeguatezza degli Enti locali e dell’interno sistema democratico, non sempre efficace. Si lavori su tutti i livelli. Riorganizzare lo Stato, fare le riforme, vuol dire ripensare percorsi di democrazia. Questa è per me la vera materia, la grande occasione di dialogo e coesione tra forze politiche che di certo su questi temi non possono agire a colpi di maggioranze”.

Lo afferma Marco Bussone, presidente nazionale Uncem, l’Unione nazionale Comuni Comunità enti montani.

Dimmi la tua...